Louise Hay – Mente e malattie

Se siete su questo blog avrete sicuramente sentito parlare di Louise Hay.

Ha scritto una serie innumerevole di testi sull’autoguarigione e sulla comprensione dei propri problemi, con dvd e audiolibri.

Qui inseriremo una serie di affermazioni, che vi aiuteranno a mettervi in uno stato d’animo positivo che aiuta a migliorare la qualità della propria vita. Una delle sue teorie più affrontate é che tutti i dolori ed i mali fisici dipendono unicamente da quello che proviamo e quello che facciamo. I sentimenti continuativi come paura, ansia, odio, gelosia, creano dentro di noi un perenne stato di malessere che si ripercuote sulle cellule e quindi sul nostro corpo. Ogni parte del corpo risente in maniera differente di questi sentimenti negativi e per quanto possiamo curare i sintomi, non riusciremo a guarire completamente fino a quando non troviamo la causa vera, che molto spesso é dentro la nostra mente.

Di seguito un utile vademecum dei sintomi e delle cause connesse:

I Messaggi del Corpo

L’autoguarigione puo’ avvenire solo se la mente e il subconscio si accordano per cambiare lo stato generale del corpo. Per fare questo, bisogna plasmare la mente e scavare dentro di sé.

Il pensiero positivo che deve trasformarsi in azioni per avere un effettivo risvolto nelle nostre vite, aiuta il cervello a plasmarsi e ad attivare nuove e differenti connessioni fra i neuroni, che in seguito ci possono aiutare a creare abitudini positive e guarire da alcune malattie.
Attenzione, guarire con queste affermazioni é possibile, ma non bisogna fare a meno dei medici e delle medicine se necessario. Ognuno ha i suoi tempi e potrebbe passare molto tempo prima che arriviate ad attivare dentro di voi una verà volontà di guarire.

 

Problemi di sonno, come risolverli definitivamente?

Addormentarsi rapidamente é un sogno per molti.  Siamo talmente stressati e sollecitati durante la giornata che quando arrivia il momento di dormire, pensiamo a tutto quello che é successo e tutto quello che dobbiamo fare il giorno dopo, che non riusciamo a prendere sonno. Spesso passiamo la sera davanti al pc o al telefonino, facendo lavorare ancora il cervello che invece dovrebbe gradualmente rallentare la sua attività per poi entrare nella fase di sonno. La qualità e la quantità di sonno influiscono sulla nostra vita, sulla nostra salute e anche sul nostro umore.

Molti psicologi sono dello stesso parere sul sonno: bisogna invitarlo.

Molte persone soffrono di disturbi del sonno, sono stressate, si svegliano durante la notte, dormono poco e male dopo aver passato troppo tempo ad addormentarsi. Come fare per migliorare la qualità della nostra vita?

Bisogna evitare di stare al computer fino a tardi, bisogna spegnere il telefono e mangiare presto, dormire in una stanza fresca e avere materasso e cuscino comodi per iniziare.

Cercate di essere regolari, andate a letto più o meno alla stessa ora e svegliatevi alla stessa ora

Se siete dormiglioni, prevedete di dormire il tempo che vi serve, quindi se di solito avete bisogno di 9 ore, fate in modo di addormentarvi 9 ore prima della sveglia!

Meditate, fate attività sportive, non eccedete con fumo e alcohol.

Leggete o ascoltate musica prima di andare a dormire se proprio non avete sonno. Anche sforzarsi di dormire o guardare l’orologio spesso diminuisce le chance di dormire.

Ecco un video con una musica rilassante utile a ritrovare la tranquillità perduta dopo la vostra stressante giornata lavorativa.

Ekadasi, il digiuno per vivere meglio

Il digiuno, fatto con moderazione e seguiti da un medico, aiuta a rigenerare le nostre cellule e il nostro corpo. Oggigiorno é difficile mangiare bene e molto di quello che mangiamo contiene ingredienti chimici e nocivi per il nostro corpo, al quale purtroppo ci siamo abituati. Digiunare, aiuta a smaltire le tossine ed eliminare tutto quello che c’é dentro di noi che non é naturale. Molte religioni sono solite seguire le fasi lunari per digiunare, anche solo parzialmente, ed approfittare per meditare.  I giorni di ekadasi sono giorni adatti per la meditazione; Ekadasi significa infatti digiunare e cantare (meditare), e nient’altro. Così, quando si digiuna, diventa più facile cantare. In Ekadasi, dunque. bisogna sospendere ogni altro impegno, se possibile, a meno che ci sia qualcosa di molto urgente da fare.”

Alleggerire quindi dieta e impegni, prendersi del tempo per sè e per nutrire lo spirito di quanto lo innalza e il cuore di quanto lo risveglia sono le indicazioni fondamentali per i giorni di ekadasi.

Il digiuno puo’ essere o totale o parziale ( solo liquidi) e se fatta durante le fasi lunari diventa ancora più efficace.

Ecco le date per effettuare questi giorni di ‘fasting’

October 8, 2015 – Indira
October 23, 2015 – Smarta Pasankusa

October 24, 2015 – Pasankusa

November 7, 2015 – Rama
November 22, 2015 – Prabodini  – Uttahana

December 7, 2015 – Uttpatti

December 21, 2015 – Mokshada – Vaikunta

Ekadashi 2016

January 5, 2016 – Saphala
January 20, 2016 – Putrada

February 4, 2016 – Shattila– Satila
February 18, 2016 – Jaya  – Bhoumi and Bheeshma

March 5, 2016 – Vijaya
March 19, 2016 – Amalaki  – Amalki

April 3, 2016 – Papmochani
April 17, 2016 – Kamda  – Kamada

May 3, 2016 – Varuthini
May 17, 2016 –  Mohini

June 1, 2016 – Apara

June 16, 2016 – Bhim – Bhima Nirjala

June 30, 2016 – Yogini- Smarta
July 1, 2016 – Yogini –

July 15, 2016 – Devshayani  – Sayana – Ashadi Ekadasi

July 30, 2016 – Kamika

August 14, 2016 – Pavitra  – Putrada
August 28, 2016 – Aja – Annadai – Jaya

Nel seguente catalogo ci sono un po’ di consigli da seguire per chi si avvicina a questo tipo di digiuno ‘lunare’.

Rumore Bianco per dormire bene

Il rumore bianco è la somma di tutte le frequenze udibili.

Questo significa che qualsiasi suono ascoltiamo, è compreso nel rumore bianco. Per questo pare che la sua funzione di mascheramento ci aiuti a dormire. Il cervello, posto all’ascolto del rumore bianco, sembra trascurare gli altri rumori esterni e focalizzarsi solo sul rumore bianco, che essendo continuo, calma la mente e la mette in uno stato di rilassamento, portandola verso le onde cerebrali attive durante il sonno.
Ecco un video che spiega rapidamente questo ‘suono’

e ad altri video, con durata un’ora, per potersi addormentare lentamente ascoltando.